25 dicembre 2006

Natale 2006


Agli amanti dei fumetti, fanzine, teatro, musica, fotografia, racconti, poesie, palestra, animali, Panda, blog e vignette.

A tutti gli anomali, skrausi, blogger, fumettari, phantom e transilvani vari.

Agli amici di sempre e a quelli conosciuti quest'anno.

A chi cerca di liberare se stesso, fregandosene dei giudizi e delle convenzioni. A chi ha capito che la felicità sta nell'esprimersi, con o senza pubblico. A chi non ha paura se la creatività ha bisogno di piccole follie. A chi cerca di essere come una maestosa fontana che lancia spruzzi d'acqua multicolore, per lasciare il mondo a bocca aperta.

A tutti voi, auguro il mio più caloroso Buon Natale.



Tommy

MERRY X-MAS AND A HAPPY NEW YEAR!

7 commenti:

Tommy ha detto...

Buon Natale a tutti, miei non convenzionali lettori!

Lario3 ha detto...

Un blog Natale pure a te :-D
CIAO!!!

grig-io il blogorroico ha detto...

grazie - e ricambio gli auguri - in ritardo.. :)

Tommy ha detto...

Natale triste. E' morto James Brown, The godfather of soul.
Voglio ricordarlo con una recensione che scrissi un paio di anni fa, dopo averlo visto in concerto.

James Brown in concerto a Marostica, 16/07/04.
Pensavo che i suoi 70 anni si facessero sentire, ma non è affatto così! I suoi movimenti erano un po' più legnosi (ma comunque si è dimenato per due ore e venti), ma soprattutto la sua voce è sempre quella, non ha perso assolutamente nulla. E' stato un grande, ha cantato tutte le sue canzoni più famose, comprese "It's A Man's World", "I feel good" e "Sex machine". Ma la cosa più bella è stata la coralità del concerto. Infatti, forse perché J. B. aveva bisogno di riposarsi ogni tanto lasciando la scena a qualcun altro, o forse semplicemente perché era bello così, sul palco erano in 25 tra cantanti, musicisti e ballerine. Più 15 persone che non ho capito cosa ci stessero a fare. E tutti i 25 hanno continuato a cantare, suonare e dimenarsi per tutto il tempo, sui ritmi del godfather of soul. Era uno spettacolo trascinante. Chissà se in America sono tutti così. Ad un certo punto, istigato da una corista, tutto il pubblico si è alzato dalle seggiole e si è spinto sotto il palco, dove ha cominciato a ballare, cantare e inneggiare a J. B. La security non ha potuto nulla per impedirlo. La conclusione del concerto è stata spettacolare, con "Sex machine" e poi una canzone trascinante, che in realtà era solo un ritmo funky-soul su cui i coristi cantavano le parole "James Brown, James Brown" e "The godfather of soul". E quando il concerto è finito, il pubblico ha continuato a invocare "James Brown, James Brown" a lungo.
Sono stato a diversi concerti di diversi artisti, ma questo mi sembra proprio quello in cui il cantante veniva più acclamato dal pubblico.

Tommy ha detto...

Ultimamente la mia Panda faceva un brutto rumore, così l'ho portata dal meccanico. Aveva un buco nella marmitta e uno nel radiatore. Sostituzione della marmitta e di tutto il tubo: 150€. Inoltre il meccanico ha messo un liquido particolare nel radiatore per tappare il buco. Ora la Panda è tornata a fare il bel rumore di prima.

Vorrei maledire chi, nella notte tra il 23 e il 24 dicembre, ha versato una lattina di birra (o simile) sul cofano e sul parabrezza della mia Panda, parcheggiata all'ex Sit. Oggi l'ho lavata. A tal proposito ringrazio "Karate Kid", un film che credeva di insegnarci un'arte marziale, e invece ci ha spiegato come lavare l'auto. Se prossimamente qualcuno vuole fare un film il cui protagonista è un ginnasta che per allenarsi deve togliere le macchie d'acqua dai finestrini, io sono contento.

Ghebuz ha detto...

Buon Natale!

Inquietante la foto O_o

Tommy ha detto...

Buone feste a te, mio corregionale bloggatore!